Home > Slot machine tasse non pagate

Slot machine tasse non pagate

Slot machine tasse non pagate

Anche da quanto confermato dal Direttore dei Giochi dell'Agenzia dei Monopoli, attualmente è presente un buco di milioni di euro. L'impegno da parte degli adetti al settore è certamente quello di recuperare i soldi, anche se non riuscirà mai a percepirli tutti: Il problema per molti sta a monte, quando il Governo, già inizialmente, doveva prevedere un prelievo unico erariale ai livelli odierni.

In principio la tassa dei milioni fu osteggiati da tutti i soggetti del mondo dei giochi: A fine Ottobre , risultavano da pagare ancora milioni di euro e, solamente 20, ne sono stati pagati dai concessionari di giochi di slot machine: La quota annua da versare nelle casse dello Stato fu divisa da concessionario a concessionario, calcolando soprattutto il numero di macchinette attive presenti sul territorio. Ora, non stiamo ad elencare i nomi dei singoli concessionari; resta il fatto che qualcuno ha onorato l'impegno interamente, altri, invece, nemmeno parzialmente.

Con l'innovazione e il cambio generazionale, sono molti i players italiani che trascorrono il loro tempo dietro dei giochi di slot online e mobile, anche perchè si ha la possibilità di giocare gratuitamente senza spendere soldi di tasca propria, grazie piattaforme virtuali che offrono forme di intrattenimento gratis: In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile. Se vuoi provare i giochi senza impegno, visita il nostro sito machineslotonline. Spiega alla Camera il ministro Elio Vito: Sarà, ma il lessico non cambia la sostanza.

Ci sono novantotto miliardi miliardi di euro, non è un errore che ormai da tre anni la Corte dei conti contesta alle dieci società concessionarie delle slot machine , le macchinette succhiasoldi che hanno invaso ormai ogni bar e ogni locale della Penisola. Metterebbero a posto per anni i conti dello Stato, senza bisogno di sacrifici. E quel denaro rimane bloccato, immobilizzato. È la vicenda scoperta dal S ecolo XIX e raccontata, per la prima volta, il 31 maggio Nello stesso tempo il Gat, il gruppo antifrodi tecnologiche della Finanza conclude la sua indagine e manda i risultati alla Corte dei conti.

Le dieci società che hanno ricevuto la concessione dallo Stato per le slot machine, tra tasse evase, contratti non rispettati, penali, multe e interesse, devono pagare 98 miliardi di euro. Il sistema di controllo telematico delle giocate e delle imposte dovute , che doveva essere pronto e funzionante nel , ha fatto cilecca per anni. Un nuovo calcolo, voluto dalle stesse società, rifila di poco la cifra: I difensori delle concessionarie fanno fuoco di sbarramento, contestano la competenza della Corte dei conti. Si stoppa tutto. La querelle finisce davanti alla Cassazione. La prossima udienza è stata fissata a ottobre. Imbarazzando anche la compagine di governo.

Un esempio? Radio Padania Libera è stata subissata da centinaia di telefonate di ascoltatori infuriati, che alla cornetta hanno rievocato questa vicenda. Il ministro Vito ha risposto. Rievocando ancora una volta la vicenda giudiziaria e la sua complessità.

Slot, il condono della vergogna - l'Espresso

Ci sono novantotto miliardi (miliardi di euro, non è un errore) che ormai da tre anni la Corte dallo Stato per le slot machine, tra tasse evase, contratti non rispettati, penali, multe e interesse, devono pagare 98 miliardi di euro. Le slot non trasmettevano dati a SoGei e quindi, nel disinteresse le dieci società concessionarie avrebbero dovuto pagare per ogni slot machine la Questo denaro, però, è una specie di tassa regressiva che colpisce i più. I concessionari di slot machine non hanno ancora pagato interamente la maxi tassa da milioni di euro, con un buco che ammonta a Le concessionarie delle slot machine non hanno rispettato la In compenso le entrate pagate a forfait erano più alte di quelle previste. Quindi. Quella dei 98 miliardi di euro "regalati" ai signori delle slot machine è una storia Non stupisce, dunque, che si sia tornati a utilizzare i “98 miliardi di euro Le società, per il biennio – , pagheranno le tasse con una cifra . a patto che le aziende accettino di rinunciare al ricorso e pagare subito. Slot machine, concessionari e gestori non pagano la tassa: buco da I milioni pagati per la seconda rata vanno ad aggiungersi ai. Già pensare di vincere alle slot machines è una fantasia malata, se poi si pretende di riuscire a farsi pagare le tasse dai gestori delle slot.

Toplists