Home > Dipendenza gioco macchinette

Dipendenza gioco macchinette

Dipendenza gioco macchinette

Mi son trasferito di regione per cambiare vita e mia moglie mi ha seguito. Ora tiene tutto lei ,mi da qualche soldo x le sigarette e le necessità quotidiane ,ma il mio bancomat e la mia carta di credito sono sequestrate. Più volte ho pensato di farla finita,ma sarebbe doppiamente vigliacco sia per me che per la gran donna che ho con me. Ho pure scritto una lettera al presidente del Senato che é da sempre sensibile alla tematica.

Un abbraccio a tutti e non,é mai tardi per smettere di essere dei pirla: Quello che voglio raccontare a voi giocatori che state leggendo ora è il mio percorso. Non vi dico la cifra che ho perso da una settimana in qua perché è troppo alta! Sto lottando da anni con questa malattia. Sono andata dai giocatori anonimi , al SERT dove uno psicologo mi ha seguita per un anno e poi mi ha detto che sono guarita e che oramai il gioco me lo sono lasciato alle spalle. Mi ha detto di iniziare un percorso a pagamento nel suo studio.

Oggi come oggi non so più cosa fare. Non so più a chi chiedere aiuto e dove scavare in profondità della mia anima tormentata e sola. Io non so più come combattere! Le persone ti aiutano fino ad un certo punto poi si aspettano che tu le dia in cambio qualche cosa. Penso tutti i giorni a come fare e quando riesco a smettere per qualche giorno arriva qualche evento che mi destabilizza portando me nella sala bingo. Non so più a chi dirlo lo sanno tutti! Ho detto a chiunque del mio problema la verità che nessuno ti vuole o puo aiutare.

Io sto provando a smettere da più di 6 anni e sono veramente stanca. A chi posso raccontare il mio dolore , la mia disperazione? Prego a Dio , agli angeli e alle persone che mi aiutino. Mi alzo alle 5: Per pagare tutti i miei debiti ci vorrebbero anni. A volte mi passa per la testa di scappare , di cambiare paese parlo fluentemente 4 lingue quindi non sono una stupida eppure ci sono cascata! Non abbandonate i vostri famigliari voi che non siete giocatori , aiutate loro con il vostro amore! Io che sono sola al mondo non so cosa darei per avere una famiglia che mi possa sostenere almeno moralmente.

Spero con tutta me stessa di trovare una soluzione! Vi prego datemi un consiglio perché ho preso le forze e il coraggio! Faccio fatica a trascinare il mio corpo al lavoro e a casa , faccio fatica a respirare , fatica a perdonarmi e andare avanti eppure sono qui a scrivere per dirvi che mi rialzo e riprovo! Voglio vivere io e voglio stare meglio è solo che non so come fare e con quali armi lottare. Vi ringrazio di cuore! Se hai fatto un anno in terapia disponi già di tutte le armi possibili. Se ti serve staccare e trovare uno spazio in cui il mondo si ferma e ti rilassi… è naturale!

Qualcosa di più grande di te. Qualcosa per cui lottare. Ciao alla prossima! Ciao…volevo sapere secondo voi a parte togliere le slot cosa servirebbe per aiutarvi davvero? Le slot sono disegnate e progettate ,programmate a doc per intrappolarti. Il fatto di averle messe nei luoghi comuni, vuole dire massimo guadagno. Nei luoghi di vita quotidiana il gioco è proibito. Trasferisciti dove i giochi non ci sono. Unica soluzione secondo me. E visto che il gioco è un potente anestetico, ricadere a distanza di anni e un attimo. Trasferisciti dove non ci sono e con gli anni si dimenticheranno le slot. Dimenticavo nei civili paesi usa,UK, Australia, Francia, ecc.

Cosa impossibile in Italia considerati gli innumerevoli luoghi di gioco. Io personalmente sono contrario ai Sert sono paliativi non risolvono definitivamente il problema. Uguale e con le slot. E come le prostitute per strada guadagno maggiore rispetto ai casini. Grazie della risposta. Ho fatto meditazione , ho fatto sport è che ora sono stanca. Il gioco mi ha stremata a tal punto di sentirmi incapace di fare più tutte queste cose. Obiettivi non riesco ad intravedere perché vivo costantemente nella paura di non riuscire a smettere di giocare. Gestire le mie emozioni è talmente difficile. Sono molto sensibile e per non avere reazioni esagerate mi chiudo in me stessa. È brutto stare al mondo e nonostante ci siano tante persone intorno sentirsi soli.

Voglio sperare che qualcosa scatti dentro di me e farmi tornare alla vita. Voglio imparare a perdonare me stessa e a volermi bene. Il fatto è che troppe persone mi soffocano con la loro imposta presenza. Posso invece sfruttarlo per stare in un paese dove non ci sono i giochi e dove posso stare per conto mio a pensare o meglio a non pensare, a fare quello che voglio e mi fa stare bene.

Perché da qui voglio ripartire. Penso tutti i giorni a qualcosa per qui lottare e trovo solo la vita un giusto motivo per cui farlo. Una vita normale con alti e bassi , una vita che sia la mia. Ti ringrazio per la risposta , conta molto qualsiasi consiglio per me. Alla prossima! Ciao Bianca, il tuo discorso mi sembra molto bello e sincero… fai solo attenzione ad una frase che hai scritto: Vedi, non è stata la fortuna, sei stata tu, con le tue scelte e con la tua forza. Se mettere da parte i risparmi è uno strumento che ti aiuta… fallo! Ma non credere mai che sia stato merito altrui, nel male e nel bene, siamo sempre noi i responsabili delle nostre sconfitte e delle nostre vittorie.

Goditi questa vittoria, buon viaggio! Grazie dell attenzione spero che la tua risposta possa aiutarmi a cambiare e riprendermi la mia vita. A 22 anni secondo me sei un uomo, e come tale devi iniziare a considerarti. La paura del giudizio di tua madre e della tua ragazza non deve scalfirti, piuttosto… pensa che verso di loro hai delle responsabilità. Le stesse responsabilità che hai verso te stesso. Ci sono poche cose da fare: Comincia a costruirti, intanto, un obiettivo per i prossimi anni. Qualcosa che potrai fare coi soldi che ti terrai in tasca, qualcosa di utile, qualcosa di responsabile. Volevo farti un ultima domanda pensi che potrei riuscire a smettere solo con l aiuto di me stesso senza dott sert ecc ecc?

Credo ci sia sempre il forte bisogno di dire a noi stessi che stiamo lottando contro una difficoltà piuttosto che lasciarsi andare e non far nulla, o dare la colpa allo stato o al brutto tempo…. Puoi iniziare a fare qualcosa che tu ritieni utile per migliorare la tua situazione, e avere un obiettivo da perseguire tutti i giorni. Se hai paura di andare dallo psicologo, sert ecc.. Se tu hai un obiettivo chiaro, come per esempio mettere da parte i soldi che stai giocando oggi, per farci qualcosa di utile domani, allora queste persone in cambio di una parte di quei soldi ti aiuteranno a mantenerti in riga, dandoti sostegno o obiettivi raggiungibili.

Per cui anche solo una visita che ti possa far avere una diagnosi della situazione ti sarebbe utile per capire se vuoi iniziare un percorso con uno specialista o se ti senti forte abbastanza per provarci da solo. Bravo Simone! Il Sert è gratuito e offre un ottimo aiuto. Io ho giocato per 5 anni di fila e da altri 6 anni che combatto questa malattia!

Vorrei dire questo a Paolo: Quanto a me , sono in vacanza e sto scoprendo un altro mondo! Mah allora dove erano finite le mie di emozioni? E la mia di sensibilità? Ecco oggi ho capito che per venirne fuori dal gioco io devo Vivere ed Emozionarmi! Gioire di avere la salute , un lavoro , un Bell sorriso! Vi auguro le migliori cose! Grazie Simone! Sto cercando di convincerlo e lui dice di volersi fare aiutare ma secondo me non lo vuole davvero perché ogni tanto ci prova a dirmi che ce la deve fare da solo. Cosa devo fare? Vorrei aiutarlo ma dentro di me so che non ne uscirà mai! Cosa devo fare devo ascoltare mia madre e abbandonarlo?

Sono confusa. Secondo te Simone è sbagliato che io continuamente gli do i soldi per ripagare agli errori che fa? Questo potrebbe essere un modo per farsi approfittare del mio amore e della mia bontà? Che cosa devo fare? Penso che non ci sia niente di male ad aver contratto una malattia. Stessa cosa spero potrà capitare in futuro con le malattie psicologiche. Il fatto che tu dia soldi invece aumenta il problema perchè gli consente di andare avanti nelle sue credenze, che sono spesso basate su leggende metropolitane e false illusioni di vittoria impossibile. É da un Po che Cerco testimonianze e finalmente ho deciso di scrivere.

Io e lui ci amiamo tantissimo ma abbiamo un unico problema: Quando lui lavora di pomeriggio e non ci vediamo io riesco a stare senza e non vado da sola assolutamente. Il punto è che ho capito che se perdo 20 o mi sento male nello stesso modo e mi fa male che i soldi che lui si guadagna deve buttarli li. Vorremmo uscirne da soli, vorremmo essere liberi perché finalmente potremmo stare bene davvero. Non so come fare! Non mi prendono…É il bingo di pomeriggio che mi prende…Voglio essere libera! Ciao Anonima. Purtroppo è una dipendenza. Quando si inizia a giocare viene una fame che non si sazia , neppure con le vittorie. Perchè rende impossibile alle persone il regolare svolgimento delle loro vite.

E quel motivo di vita… tenerselo stretto. Ho 32 anni,iniziai a giocare per caso il giorno di una finale di champions league,con 10mila lire presi 80mila. Ora sono passati 16 anni e ora mentre vi scrivo sono appena tornato da una di quelle sale maledette. Io gioco a tutto,scommesse,slot,cavalli,lotterie. In 16 anni avrei potuto mettere da parte una fortuna e invece oggi mi ritrovo a contare i giorni che mancano alla fine del mese. Sono un papà separato,ho avuto un periodo in cui sono riuscito a smettere 1 anno di fila ,ma poi ci sono ricaduto.

Ma poi come capita a tutti ci sono ricaduto. Potrei usare la scusa di aver perso il mio primo figlio a 3 anni a causa di un tumore,ma sarebbe una bugia perché quello sicuramente influsice,ma la verità è che io giocavo prima e ho giocato dopo. Qui riesco a scrivere solo verità ma il mondo è fuori…e fuori riempo di palle tutti psicologi inclusi. Ma a me stesso non so mentire e so che la causa sono io. Ho sempre giocato con i miei soldi.. Perché significa che so ancora delineare i confini ma mi spingo sempre a toccarli…potrei fermarmi prima e ogni mese sembro riuscirci e andare meglio ma poi sbrago del tutto. Non so se la mia è una proposta idiota.

Non so di dove siete. Io sono di Roma,potremmo provare noi stessi a vederci e creare un gruppo per raccontarci settimanalmente tutte le nostre disavventure e tutte le nostre storie. Vorrei riprendere quel farmaco.. Farmaco a vita? Ad ogni modo il mio buon proposito di chiudere stasera una volta per tutte io lo scrivo. È la prima volta che lo faccio pubblicamente. Sarà vero? Se non mi sentirete,forse,sarà perché quel click finalmente è scattato e non grazie ad una fottutissima pillola.

Ciao a tutti , ciao Simone. Vorrei tanto leggere che qualcuno ha smesso di giocare e che sta bene. Purtroppo non è facile smettere ed io per non rovinarmi più di tanto gioco a 10 e lotto ogni tanto. Giocare anche pochi euro mi da soglievo , perché astenersi a lungo non è facile! A me fa tanta paura il pensiero di non riuscire a venirne mai fuori! Accetto la mia malattia e non uso più la forza per combatterla. Io cucino per amici , faccio lunghe passeggiate con il mio cagnolino , canto sotto la doccia , mi fermo a chiacchierare per strada con la gente e do sempre il mio aiuto a chi posso anche se per un indicazione stradale..

Io che ho frequentato i giocatori anonimi ho notato che sono cerchi chiusi , tutti amici tra loro che se ne fregano di quelli nuovi! Per questo non funzionano. Chiunque legga questo articolo spero che lasci un messaggio che possa aiutare qualcuno. E a chiunque non ha mai giocato le direi: Vi auguro buon proseguimento! Ciao Bianca, grazie per la tua testimonianza. Occhio a quando dici che giochi per avere sollievo, è un piccolo segno che ti è rimasto ancora qualche dettaglio da sistemare.

Per il resto, penso che questi luoghi di aggregazione per ex-giocatori, ci siano già… altrove. Ok parlare della propria sfiga, ok parlare delle sconfitte come fanno spesso quelli che si confessano qui ma sinceramente io penso che sia più utile vivere la vita: Inizia a cercare! Ciao Pippo, sono daccordo. In qualsiasi modo vengano tirati in ballo i soldi, non è un gioco sano. Oggi mi sono rovinato e non so come dirlo alla mia famiglia.

In due anni con vincite superiori ai euro ho fatto i conti ho perso , nelle ultime due settimane ho vinto oltre euro e mi ritrovo che domani devo pagare senza avere un euro in tasca, non so come fare. Ho prestiti ovunque e la mia famiglia non sa nulla. Ho prosciugato tutto il loro patrimonio a loro insaputa.. Devo ritornare a vivere e ritrovare me stesso, ritrovare chi ero. Prima di giocare alle slot non avevo mai chiesto nemmeno un bicchiere di acqua a nessuno, ora chiedere soldi a chiunque è la cosa più normale del mondo per me.

Mi hanno trasformato e rovinato, sia a livello economico che a livello umano.. Diventa la tua vita e vivi per esse…. So di essere malato, ma per quanto mi sforzi di chiedere aiuto alla mia famiglia, mi blocco e ci giro intorno al discorso, dicendo a loro che voglio cambiare vita. Mi sono dato dei limiti, tipo non uscire e evitare certi bar. Ma quella volta che esco ci ricasco. Ormai ho perso tutto e mi sono fatto dei debiti. Su questo sito puoi trovare un esempio di un programma di recupero. Qualsiasi cosa ti dicano al centro di recupero per giocatori patologici ti consiglio di eseguirla alla lettera.

Come sempre, non ti auguro buona fortuna perchè come avrai capito… non esiste. Perchè in fondo quando stiamo bene e quando siamo in contatto coi nostri cari, siamo forti. E raggiungiamo i nostri obiettivi. Ciao ragazzi, mi chiamo Ciro, leggendo questo articolo 2 mesi fa, ho pensato: Perché non devo arrivare nemmeno al quinto giorno del mese, allora mi son detto come ne sono entrato devo uscirne da solo, i soldi me li sudo come ognuno di noi, perché buttarli via? I primi giorni è stato difficile, non guardavo nemmeno le macchinette quando entravo al bar per comprare le sigarette, adesso quando entro e sento anche qualcuno che scarica dei soldi penso, chissà quanto ci ha messo, sperando che abbia recuperato qualcosa e che un giorno smetta anche lui di giocare.

È troppo bello entrare in un bar e non pensare a quale macchinetta giocare, uscire con i soldi in tasca cosa che prima non accadeva, anzi si ricorreva sempre al continuo prelievo di altro denaro.. Spero che anche voi troviate la forza dentro che ho avuto io senza dover ricorrere a psicologi o altro, ma solo se vi rendete conto dell effettivo problema e ne capite le ragioni potete uscirne con tranquillità, credetemi è più facile di quel che si pensa, basta solo volerlo davvero.. Un caro saluto a tutti, vi auguro un immediata guarigione da questa malattia. Abbiate fede in voi stessi. Ha chiesto soldi in prestito? Ha sentito o conosciuto degli usurai?

Sembra molto consapevole Penso di poter smettere da sola, anche se rimando il momento di giorno in giorno. Secondo lei lo Stato dovrebbe vietare le macchinette? Quante persone conosce in zona che hanno il suo stesso "vizio"? Attendere un istante: Questa funzionalità richiede un browser con la tecnologia JavaScript attivata. Commenti Caricamento in corso: Aggiorna discussione Feed RSS.

Sei connesso come. Connettiti con Facebook. Non sei registrato? Dopo ogni perdita dovevo giocare ancora, per rifarmi. E non si parla di pochi spiccioli, magari se ne andavano , euro al giorno. Ha mai cercato aiuto? Sono entrato anche in un gruppo Ama Auto Mutuo Aiuto ndr , che consiglio a chiunque si trovi nella mia situazione, o in una situazione di dipendenza in generale. Nel poi ho partecipato ad un programma psicoterapeutico residenziale intensivo, con l'associazione Hortos, a Siena.

Il costo è stato alto, euro per 20 giorni di trattamento, ma i risultati sono stati eccezionali: Correre un rischio è parte integrante del gioco, ma bisogna considerarlo sempre relativamente, in modo tale da non esagerare. Ci sono più livelli di rischio:. Basta fare una semplice ricerca su Google per verificare tutti i possibili danni derivati dal giocare ad azzardo in maniera compulsiva. Possiamo seguire in questo video alcuni consigli di un esperto, la Dott.

Vi sono centri sul territorio italiano che lavorano conformemente alla legislazione attuale che nella sua ultima versione è il Decreto Legge n.

Le bugie che si racconta chi è dipendente dal gioco e non vuole ammetterlo by rrr

Dopo anni di dipendenza, di richieste d'aiuto, di successi e ricadute, una vittima del gioco d'azzardo ha raccontato la propria storia al Trentino. Una storia come tante, troppe. Un sottofondo musicale, il tintinnio delle monetine che si perdono nella "macchinetta", il profumo di caffè e delle. La linea di confine tra il gioco come divertimento ed una vera e propria dipendenza da gioco d'azzardo, può essere davvero sottile. Dipendenza da gioco come uscirne? Il vizio del gioco d'azzardo, da slot macchine, macchinette, roulette, gratta e vinci sono fortemente dipendenti. Scopri i. La presa in carico della persona con dipendenza da gioco d'azzardo è prevalentemente di tipo psicologico, con trattamenti individuali e di. Quella che ha avuto per strappare il marito dal vizio del gioco, da quella «Mio marito ha toccato il fondo da dipendenza da slot machine a. Tra le dipendenze comportamentali il “Disturbo da gioco d'azzardo” ha trovato una collocazione nosografica. Infatti, il DSM-5 (APA, ).

Toplists